L’utilizzo del colore in ufficio: benessere e produttività grazie alla cromoterapia

03 Mag L’utilizzo del colore in ufficio: benessere e produttività grazie alla cromoterapia

Che ci crediate o meno, il colore gioca un ruolo fondamentale sul nostro umore. L’influenza dei colori sull’organismo fa parte delle tecniche terapeutiche della medicina naturale: si chiama cromoterapia ed è la disciplina che afferma che i colori sono onde di energia che agiscono sull’uomo a livello fisico, mentale ed emozionale e si basa sull’utilizzo, e di conseguenza sugli effetti, dei sette colori fondamentali.

E’ importante quindi sapere che il colore è uno strumento efficace che migliora sia la permanenza nei luoghi di lavoro dando un sostegno ai dipendenti attraverso il miglioramento del benessere psicofisico e aumentandone il rendimento, sia migliorando l’immagine della struttura influendo sulla comunicazione aziendale.
Eppure nonostante i risultati degli studi sulle influenze dei colori, la scelta principe ricade sempre sul bianco. Colore di base vitalizzante e rigenerante, che però, utilizzato in larga scala, ha il potere di destabilizzare e creare insicurezza psicologica. E’ quindi consigliabile utilizzarlo come sfondo e di complemento ad altri colori. Un altro colore che non giova affatto e che però viene utilizzato frequentemente per gli ambienti di lavoro è il grigio, che rendendo l’ambiente cupo, rende pesante l’atmosfera, esattamente come il colore nero.
Ma cercare di rendere il luogo di lavoro più accogliente, armonico e stimolante può avere solo effetti positivi, e con l’utilizzo dei colori giusti per le pareti, arredi o accessori, l’obiettivo può essere raggiunto.

I colori per un’area operativa stimolante

È stato dimostrato che l’esposizione diretta ai colori caldi, come il rosso e l’arancio, accelera la circolazione sanguigna e aumenta la vitalità. Il rosso è però troppo eccitante ed aggressivo, percui meno indicato per l’area lavorativa, o comunque da utilizzare con parsimonia in modo da dare il giusto vigore per essere operativi ma senza incorrere ad un ambiente dall’atmosfera troppo energica e stressante.
L’allegria dell’arancione stimola la creatività e diventa quindi il colore più indicato contro la fatica e lo stress di un’area operativa. Perfetta è la combinazione dell’arancio con un verde luminoso, perché insieme stimolano atteggiamenti amichevoli, proattivi e facilitano il coinvolgimento mentale su nuovi progetti.
Indicato è anche il giallo, il colore più radioso per eccellenza, che agendo sulla parte sinistra del cervello, stimola l’apparato locomotore e la sfera intellettiva favorendo funzioni mentali come l’attenzione e l’apprendimento, riducendo anche la sonnolenza. E’ quindi senza dubbio un colore adatto alla parte dinamica dell’ufficio. Anche riguardo alla scelta dell’illuminazione, luci calde tendenti al giallo sono sicuramente da preferire rispetto a luci fredde.

I colori per l’area relax dell’ufficio

Le colorazioni fredde hanno il potere di rallentare la pressione sanguigna e la respirazione, favorendo il rilassamento. L’azzurro, da sempre associato alla meditazione, genera un effetto rilassante, un senso di pace e di serenità, perfetto per l’area dedicata al relax. Il verde, colore simbolo dell’armonia, della natura e dell’equilibrio, è il colore della spinta verso il benessere, scelta anch’essa quindi perfetta per favorire il rilassamento.

I colori per sale riunioni e meeting

Il verde, colore rilassante che favorisce la riflessione e la calma senza incidere negativamente sulle prestazioni mentali, risulta essere molto adatto per l’ambiente dedicato all’organizzazione di incontri d’affari, laboratori, corsi di formazione e seminari. Anche il viola, favorendo l’ispirazione e aiutando a moderare l’irritabilità e gli stati impetuosi di irragionevolezza improvvisa grazie al rallentamento dell’attività cardiaca, diventa un prezioso alleato per allestire un’area riunione ad hoc.

Il colore perfetto per l’area dirigenziale e presidenziale

Il marrone, nelle sue tonalità dall’ocra al bruno, è un colore perfetto da utilizzare per gli arredi o per la pavimentazione negli uffici dirigenziali e presidenziali, perché, rappresentando la terra e il legno, evoca sensazioni di solidità, di durevolezza e di stabilità.  Il marrone è anche il colore associato alle persone forti e solide con grande capacità di resistenza e pazienza.

I colori ideale per le aree conviviali, per la hall e l’ingresso

I colori caldi invitano alla convivialità, alla loquacità e alla voglia di permanenza all’interno dell’ambiente e diventano quindi ideali per arredare aree ristoro, reception e zone ingresso. In particolare, il colore ad hoc per questi ambienti è il rosso, simbolo principe della vitalità, nelle sue varie nuances è un colore legato alla rappresentanza, che comunica energia e vitalità, biglietto da visita perfetto per l’immagine aziendale quando si varca la porta di ingresso. E’ il colore strettamente legato al fuoco, che possiede un’energia molto calda, eccitante e vivace, consigliato quindi anche nelle aree conviviali dedicate al break e al ristoro.

 

Fonte: Office Planet